JAZZ BLUES ROCK LA MUSICA DI MAURIZIO

Ivan Della Mea 
  

Nato a Lucca il 16 ottobre 1940, il suo vero nome è Luigi. Tra il '57 ed il '58 si iscrive al PCI. Prima di occuparsi di musica svolge vari lavori, operaio in una fabbrica elettromeccanica, fattorino al "Calendario del Popolo", redattore al giornale "Stasera" (sembra abbia anche scritto anche alcuni racconti per i Gialli Mondadori).

Comincia a scrivere canzoni nel 1959; nel 1962 l'incontro con Gianni Bosio segna un momento importante nella sua vita di militante e di cantante. Insieme a lui è uno dei fondatori del Nuovo Canzoniere italiano, con cui farà un'intensa attività di spettacoli, dischi, ma anche di ricerca. Le sue prime incisioni fanno parte del disco Canti e inni socialisti, prodotto nel 1962 per il 70o anniversario della fondazione del PSI, mentre per la neonata etichetta musicale "I dischi del sole" pubblica il suo primo LP Ballata della piccola e della grande violenza.

La sua produzione discografica si articola in una serie di 45 giri e in diversi LP: oltre a Ballata della piccola e grande violenza del 1962, La mia vita ormai e Ho letto sul giornale, due mini-LP del 1965, lo so che un giorno del 1966, Il rosso è diventato giallo del 1969, Se qualcuno ti fa morto, La nave dei folli, La balorda del 1972, Ringhera del 1974, Compagno ti conosco e Fiaba grande del 1975, La piccola ragione di allegria del 1978, Sudadio-Giudabestia I e II del 1979-80.

Le sue tappe artistiche non sono solo rappresentate solo dai dischi a suo nome, ma anche e soprattutto dalla sua presenza attiva agli spettacoli organizzati dal Nuovo Canzoniere Italiano: in particolare egli partecipa nel 1963 ad uno spettacolo di canzoni padane con Fausto Amodei, Giovanna Daffini, Sandra Mantovani, Michele Straniero e Rudi Assuntino; nel 1964 a L'altra Italia e a Pietà l'è morta (la resistenza nelle canzoni); dal 24 aprile al 2 giugno 1965 prende parte alle trentacinque repliche di Bella ciao, nel 1966 a Ci ragiono e canto; nel 1967 partecipa con Giovanna Marini all'Encuentro internazionale sul canto di protesta tenutosi a Cuba.

Il 2 dicembre 1967 lascia il Nuovo Canzoniere Italiano (sembra per motivi economici) dopo una lite con Gianni Bosio. Nel 1969 scrive insieme a Franco Solanas e interpreta il western all'italiana "Tepepa" con protagonista Tomas Milian e la partecipazione addirittura di Orson Welles. Nel 1971 fatta la pace con Bosio rientra nel Nuovo Canzoniere italiano.

La sua attività di dischi e di spettacoli si interrompe nel 1980. Dal 1985 è presidente del Circolo Arci"Corvetto" di Milano, nel 1996 succede allo scomparso Franco Coggiola nella direzione dell'Istituto De Martino. Nel 1997 realizza per "Il Manifesto" l'Lp Ho male all'orologio; nel 2000 sempre per "Il Manifesto" esce La cantagrande forse walzer.

Ivan ci lascia improvvisamente il 14 giugno del 2009.

 
 
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: A quel omm, che incuntravi de nott in vial Gorizia, là sul Navili
Anno: 1965
 
Ballata del piccolo An
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: O Cheu io vorrei che tu fossi qui con me a gioire degli ilang in fiore
Anno: 1974
Tematica: antimperialisti
 
Ballata per Ciriaco Saldutto
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Lui ha quindici anni, cognome Saldutto, alunno alle medie, scuola Pacinotti
Anno: 1972
Tematica: emigrazione
 
Ballata per Franco Serantini
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Di nome avevi Franco, cognome Serantini
Anno: 1972
Tematica: contro le forze dell'ordine
 
Ballata per l'Ardizzone
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: M'han dit che incö la pulisia a l'ha cupà un giuvin ne la via
Anno: 1962
Tematiche: comunisti, contro le forze dell'ordine
 
Basta y hasta
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Finché in piazza c'è un operaio,
Anno: 1970
Tematica: comunisti
 
Caporetto '17
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: So 'ndato in guera so 'ndato in guera mi ci han mandato
Anno: 1972
Tematica: antimilitaristi/contro la guerra
 
Con la lettera del prete
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: Con la lettera del prete 'è vegnùu chì a Milan
Anno: 1965
Tematiche: anticlericali, lavoro, economia, capitale, emigrazione
 
Congo [Ballata di Stanleyville]
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Ho letto sul giornale: "Trecento bianchi morti
Anno: 1965
Tematica: antimilitaristi/contro la guerra
 
Consigli per i turisti
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Anche quest'anno gli è un gran bonanno
Anno: 1972
Tematica: satirici
 
Creare due tre molti Vietnam
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: A chi mi aspetta in buona o mala fede a chi mi chiede «A Cuba cos'hai visto?»
Anno: 1968
Tematiche: antimperialisti, comunisti
 
Crepa
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Se tu non sei bambino non devi dire "amo"
Anno: 1972
 
È un buon padrone, un bravo italiano ma...
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: 'sta storia che è su "Il Giorno" del 5 novembre
Anno: 1969
Tematiche: comunisti, lavoro, economia, capitale
 
El me gatt
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: A l'han trovàa distes in mezz a i orti
Anno: 1962

Traduzione: italiano
 
Forza Giuan l'idea non è morta
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Basta sperare, Franco, amico mio! La ruota gira, il mondo è ben rotondo.
Anno: 1969
 
Il rosso è diventato giallo
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Compagno, quando il partito, finalmente
Anno: 1969
Tematica: comunisti
 
Io so che un giorno
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Io so che un giorno verrà da me un uomo bianco vestito di bianco
Anno: 1966
Tematica: sociali
 
La classe morta
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Tutti gli anni tuoi i troppi affanni
Tematica: comunisti
 
La ringhera
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: El dieciocho día de julio
Anno: 1974
 
Lettera a Michele
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Mio caro Michele ricordi la lotta
Anno: 1972
Tematica: comunisti
 
Mangia el carbon e tira l'ultim fiaa
Sezione: Il dopoguerra e la ricostruzione (1945-1962)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: Sont in vial Monza, visin a l'ABC
Anno: 1966
Tematica: lavoro, economia, capitale
Traduzione: italiano
 
Mio Dio Teresa tu sei bella
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: L'era li' piantaa' per tera L'era li' ma senza rabia
Anno: 1974
 
Nove maggio
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: E nei giorni della lotta rosso era il mio colore
Anno: 1965
Tematica: comunisti
 
O cara moglie
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: O cara moglie, stasera ti prego dì a mio figlio che vada a dormire
Anno: 1966
Tematiche: antifascisti, comunisti, lavoro, economia, capitale
 
Perchè mai parlarvi di pace
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Ma perché mai parlar di pace voi lo sapete del freddo e dei figli
Anno: 1969
Tematica: comunisti
 
Piccolo uomo
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Piccolo uomo oggi è la tua festa
Tematica: sociali
 
Quando 'riva 'l cald
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: Quand riva 'l cald, mi riessi no a dormì
Anno: 1966
Tematiche: comunisti, satirici
 
Questa è una storia
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Questa è una storia solo una storia
Anno: 1965
Tematica: sociali
  
Rosso un fiore
Sezione: La canzone politica dagli anni '80 (1980-)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Mi hanno detto: il comunismo è la fonte di ogni male
Anno: 1997
Tematica: comunisti
 
Scarpe rotte
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: O compagno se tu mi chiedi "Cosa vedi?" io ti dirò
Anno: 1972
Tematica: comunisti
 
Se il cielo fosse bianco di carta
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Se il cielo fosse bianco di carta e tutti i mari neri d'inchiostro
Anno: 1965
 
Sebastiano
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Sebastiano l'operaio il terrone da catena
Anno: 1979
Tematiche: comunisti, lavoro, economia, capitale
 
Sent on po' Gioan, te se ricordet
Sezione: Il dopoguerra e la ricostruzione (1945-1962)
Nazione: Italia
Lingua: milanese
Capoverso: Sent on po' Gioan, te se ricordet del quarantott, bei temp de buriana...
Anno: 1966
Tematica: comunisti
Traduzione: italiano
 
Tu lo sai compagno a Marzabotto
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Tu lo sai compagno a Marzabotto
Anno: 1966
Tematiche: antifascisti, antimperialisti
 
Venne Maggio (Prologo di un anno)
Sezione: Dal centrosinistra all'autunno caldo (1963-1969)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Venne Maggio e fu speranza e fu bandiera
Anno: 1969
 
"La..."
Sezione: La canzone politica degli anni '70 (1970-1980)
Nazione: Italia
Lingua: italiano
Capoverso: Troppo spesso ti sento accusare, sento dire che hai colpa di tutto
Anno: 1972
Tematica: satirici
 

26.6.09 21:55

Werbung


bisher 0 Kommentar(e)     TrackBack-URL

Name:
Email:
Website:
E-Mail bei weiteren Kommentaren
Informationen speichern (Cookie)


 Smileys einfügen